Marilù Oliva – Uno sguardo sugli autori

Insegnante di lettere al Liceo, Marilù Oliva si occupa di saggistica e critica letteraria. Collabora con Huffington Post e MicroMega.

Le sue opere

Nel 2009 ha pubblicato Repetita, edito da Perdisa Pop. Ha scritto i volumi Mala Suerte (Elliot Edizioni, 2012), Fuego (Elliot Edizioni 2011) e ¡Tú la pagarás! stampato da Elliot Edizioni, (finalista al Premio Scerbanenco 2010).

Queste opere compongono la “Trilogia della Guerrera” con protagonista Elisa Guerra. Questi primi romanzi sono caratterizzati dall’ambientazione nella città di Bologna. Nel 2014, sempre con Eliot, ha dato alle stampe Le sultane, abbandonando il personaggio della Guerrera.

L’autrice ha composto un’opera che intreccia il noir con la commedia. Protagoniste tre anziane donne.

Nel 2015 ha pubblicato Lo Zoo, romanzo che tratta la storia di alcuni esseri abnormi relegati in uno zoo salentino e dei loro relativi carcerieri.

<<Nello Zoo allestito dalla Contessa nella tenuta delle Pescoluse ci sono gabbie che ospitano prigionieri eccezionali quali l’Uomo Scimmia, la Donna Anfora, la Sirena e il Ciclope>>.

Nella trama:

<< Il chirurgo plastico Tommaseo, un medico fallito e ambizioso, li ha trasformati in esseri mitologici e circensi con la connivenza della ricca nobildonna che ha venti anni più di lui e ne è sedotta tanto da farsi ritoccare ossessivamente il corpo >>.

Nel 2016, un altro romanzo dal titolo “Questo libro non esiste”, noir ambientato a Roma nel mondo editoriale e in quello astrofisico.

Altre pubblicazioni, iniziative e premi

Marilù Oliva ha curato la raccolta di racconti, a più mani, dal titolo “Nessuna più.40 scrittori contro il femminicidio” (Elliot Edizioni 2013) È curatrice dell’antologia Il mestiere più antico del mondo? (Elliot Edizioni, 2016). Entrambe sono patrocinate da Telefono Rosa.

Con Elissa Piccinini ha curato Antologia dei promessi sposi (Zanichelli, 2019).

Con HarperCollins ha pubblicato due thriller, il primo, Le spose sepolte (2018), che ha inaugurato la saga della poliziotta Micol Mediic.

Nel 2019 è uscito Musica sull’abisso, secondo della stessa saga.

Nel 2021 ha pubblicato il romanzo storico Biancaneve nel Novecento (Solferino) e, per lo stesso editore, L’Odissea. Raccontata da Circe, Penelope e L’Eneide di Didone, Solferino, 2022.

Significativo il riconoscimento di “Premio Condimenti 2021” per “Biancaneve nel Novecento” con la seguente motivazione:

<<Un libro che merita essere letto da tutti, ma soprattutto da coloro che saranno le donne e gli uomini di domani, per insegnar loro l’indulgenza verso se stessi, il perdono come via d’uscita, il dialogo con i propri contemporanei>>.

A breve, su queste pagine, la postfazione Le spose sepolte, edito da HarperCollins e facente parte della selezione di Carlo LucarelliIl lato oscuro delle cose”.

Redazione Sfumaturedigiallo.it

Stiamo lavorando per migliorare la vostra esperienza online.