Uno sguardo sugli autori – Jesper Stein

Scrittore e giornalista di chiara fama, Jesper Stein Larsen è nato nel 1965 ad Aarhus, seconda città della Danimarca per popolazione. Suo padre, Finn Stein Larsen, è un critico letterario.

Dopo aver frequentato la Danish School of Journalism fino al 1996, ha svolto diversi lavori fino al 2005, anno durante il quale è divenuto giornalista culturale e critico letterario.

Il successo delle sue opere di narrativa lo ha portato, nel 2015, a divenire scrittore a tempo pieno, con il nome di Jesper Stein.

Suo il personaggio del vicecommissario Axel Steen, protagonista, dal 2012, di una fortunata serie di romanzi, iniziata con “Uro”, per l’Italia: “Il tempo dell’inquietudine”.

Altri libri della stessa serie sono: “Bye bye blackbird” (2013), “Akrash” (2014), “Aisha” (2016), “Papa” (2017) e “Solo” (2018).

Proprio per “Solo”, Jesper Stein ha ricevuto l’Harald Mogensen Prize dalla Danish Crime Academy, per il miglior romanzo poliziesco danese del 2018.

La serie di gialli con Axel Steen gli è valsa la medaglia Dan Turèll, premio istituito dal 1994 in memoria dell’omonimo e noto scrittore danese.

Vincitore anche di altri premi, tra i quali il Martha Award, Jesper Stein è anche autore di un romanzo autobiografico dal titolo “Rampen”.

Presto, su Sfumaturedigiallo.it, la recensione di “Aisha”, per l’Italia: “Gli occhi di Aisha”.

Marco Asteggiano

Redazione Sfumaturedigiallo.it

Stiamo lavorando per migliorare la vostra esperienza online.